(12 Febbraio 2021)
Val Vibrata - Approvata la variante per la ciclabile Alba-Corropoli
Presto sarā possibile riaprire il cantiere dei lavori, fermo da circa 2 anni.
VAL VIBRATA - Approvata dai sindaci dell'Unione dei Comuni della Val Vibrata, la perizia di variante per la pista ciclabile che va dalla costa all'entroterra. Un atto atteso da tempo che ora permetterà di far ripartire i lavori, bloccati da quasi tre anni. Si ricomincia dal primo tratto che va da Alba a Corropoli (circa 7 Km.) che doveva essere riconsegnato nel 2017 ma che, invece, è finito nell'abbandono e nel degrado. L'opera adesso sembra aver superato tutti gli intoppi tecnici e burocratici, ad iniziare dai problematici ostacoli sorti per disegnare un percorso lineare nella selvaggia natura fluviale. L'ennesima perizia di variante, tuttavia, non riuscirà ad eliminare alcuni passaggi critici come quello in prossimità del ponte sul torrente, nella zona del Casone di Alba. Intanto, per riaprire il cantiere bisognerà reperire altri fondi per 120mila euro che andranno a sommarsi a 1.300.000 euro circaelargiti dalla Regione per realizzare la ciclabile. Esaminate anche le spese relative alla manutenzione della pista che saranno a carico dei Comuni dell'Unione, mentre all'azienda che preso in appalto l'opera verrà richiesto di sistemare tutti i tratti di asfalto rovinati, nonché resi invisibile dalla vegetazione spontanea tornata ad invadere tutta l'area a ridosso del fiume. Adesso si attende il Comune di Alba che dovrà approvare la variante in consiglio comunale. "Bisogna finire al più presto la ciclabile. -ha detto Domenico Di Matteo presidente del Comitato civico Val Vibrata e Monti della Laga- Voglio vedere la perizia di variante prima di esprimere un giudizio ma a mio parere i dubbi restano. Le varianti -ha sottolineato- sono giustificate per eventi imprevedibili ma in questo caso era già tutto evidente".
Ciao Cittā - Direttore responsabile D'Eugenio Bernardo Francesco - ciaocitta@alice.it C.Fisc.:DGNBNR57R17A125C