Home Page

(23 Giugno 2018)
Val Vibrata - Gabriele Rapali nuovo presidente della Poliservice
"Eredito -afferma- una gestione sana, nuovo slancio all’azienda per potenziare servizi"
VAL VIBRATA - L’avvocato Gabriele Rapali (nella foto) è il nuovo presidente della Polisrvice Spa. Succede a Giovanni Antelli che ha guidato per diversi anni l’azienda con ottimi risultati. L’assemblea dei soci ha rinnovato anche le cariche del consiglio di amministrazione: Giovanni Antelli, Giovanna Barbarese, Jessica Marchetti e Roberto Falà. Direttore generale viene riconfermato Gabriele Ceci. “Eredito una gestione sana della Poliservice – dichiara Rapali- ed il mio obiettivo non è fermarmi alla semplice costatazione dei saldi attivi e della gestione positiva. Mio impegno come quello dell’intero cda è di dare nuovo slancio e spinta propulsiva all’azienda che è e deve rimanere fiore all’occhiello e vanto per la Val Vibrata. Coglieremo tutte le opportunità per forme occupazionali nuove ed aggiuntive. Il mio obiettivo non è fermarci ai rifiuti o efficientare il settore ma di incrementare le attività della Poliservice per farla diventare davvero un società multiservizi per una maggiore efficienza dei servizi pubblici resi alla collettività". Rapali si è dimesso da presidente di Cosev Servizi Spa per la quale resta in carica in regime di prorogatio. "Riprenderemo appena possibile il progetto di fusione di Cosev in Poliservice, nell’ottica dei nuovi appuntamenti legislativi con l’obiettivo di essere pronti anche alla partecipazione della gara d’ambito per la gestione della rete metanifera. Lo strumento di fusione delle società va rivisto, rielaborato e rideterminato per valutare condizioni, partnerariato e opportunità".

(22 Giugno 2018)
Alba Adriatica - Primo consiglio comunale per il sindaco Casciotti
Domani sera, alle 18, ci sarà la convalida degli eletti nella nuova assise comunale
ALBA - Dopo il voto amministrativo dello scorso 10 giugno, domani sera, alle ore 18, ci sarà la prima riunione dell'assise comunale. La seduta consiliare propone 8 punti all'ordine del giorno, in gran parte riguardanti atti relativi all'insediamento, ad iniziare dalla convalida dei consiglieri comunali eletti, per poi passare al giuramento del sindaco Antonietta Casciotti. Nel frattempo, è insistente la voce del probabile abbandono del consigliere di maggioranza Nicolino Colonnelli nominato, qualche giorno fa, assessore ai Lavori pubblici e all'Urbanistica. La manovra consentirebbe l'ingresso nell'aula consiliare del primo dei non eletti della lista vincente "UniAmo Alba", Luca Falò. Questi, sostituirebbe Colonnelli in consiglio comunale, per poi assumere il ruolo di capogruppo, se non anche gli stessi incarichi in Giunta ottenuti dal collega dimissionario. L'ipotesi potrebbe essere confermata in base ad intese politiche sottoscritte prima del confronto elettorale ma stasera si vedrà come andrà a finire. Si proseguirà con l'elezione del presidente del consiglio comunale, con tale compito già assegnato alla neo consigliera Francesca Ciarrocchi. Alla convalida dei eletti si aggiungerà la nomina dei componenti dell'esecutivo municipale: Alessandra Ciccarelli, vicesindaco, assessore alla sicurezza e polizia municipale. Simone Pulcini, assessore al Bilancio e Tributi. Francesca Di Matteo, assessore al sociale ed alla pubblica istruzione. Paolo Cichetti, assessore al Commercio e turismo e l'incerto Nicolino Colonnelli. Sarà la prima volta ma in veste di oppositori anche per i 5 consiglieri che occuperanno i banchi della minoranza: Giuliano De Berardinis, candidato a sindaco di "Città Viva" con due suoi consiglieri, quali Ambra Foracappa e Gianfranco Marconi. Per "Voi in Comune" ed "Alba Popolare", invece, ci saranno rispettivamente i soli capolista: Remo Saccomandi e l'ex segretario del Pd albense Gabriele Viviani.

(21 Giugno 2018)
Controguerra - Non cessano i tentativi di uccidere cani e gatti
Gli animalisti denunciano l'uso di esche avvelenate buttate nei recinti delle case
CONTROGUERRA - L'ultimo gatto, dal bel mantello rosso, è stato sepolto proprio l'altro ieri, ucciso da qualche infida trappola avvelenata. La foto postata del corpo dell'animale, posto dal proprietario in una buca nel terreno, dentro una busta con dei fiori, ha destato una certa commozione ma ha anche scatenato proteste e dure reazioni da parte degli esponenti animalisti vibratiani. In modo particolare, a rendere nota tale e preoccupante situazione, è stata ancora l'albense Sandra Ciabattoni, storica fondatrice del canile di Alba, esponente in passato della Lega a difesa del cane e, comunque, sempre in prima linea per il rispetto dei migliori amici dell'uomo. La stessa, ieri, è tornata a denunciare pubblicamente che nel vicino centro collinare, in contrada Pignotto, si registrano frequenti tentativi di avvelenamenti di cani e gatti, con bocconi contenenti non solo sostanze chimiche tossiche ma anche vetro frantumato e piccoli chiodi. A Controguerra, la vicenda ha già avuto un prologo nei mesi scorsi, quando ad un residente del luogo è stato ammazzato il gatto, con una fucilata sparata da un vicino, a cui poi è stata sequestrata l'arma dai carabinieri. "Purtroppo -riferisce la Ciabattoni- la storia contro cani e gatti sembra non cessare, visto che riprende in un'altra zona di Controguerra, in una via in cui ci sono numerose abitazioni private. Gli autori o l'autore di questi gesti ignobili -avverte Ciabattoni- lanciano le loro esche mortali all'interno dei recinti". Il caso emerso, tuttavia, sembra essere l'ultimo di una lunga serie che ha registrato l'uccisione o l'invalidamento di circa una decina tra cani e gatti. Nel frattempo, anche l'atmosfera intorno a questa assurda vicenda che non trova spiegazioni logiche resta ancora rovente, alla luce di alcuni cartelli ingiuriosi e offensivi affissi su alcuni alberi lungo la strada di campagna. "In un cartello -interviene il rappresentante della Task Force Ambientale della Val Vibrata, Giuliano Marsili- si legge che il campo è avvelenato e di stare attenti ai cani, senza però indicare quali prodotti siano stati utilizzati". In molti, a Controguerra e non solo, si chiedono cosa passa aver innescato questa brutta storia, visto che cani e gatti hanno la sola colpa di comportarsi come madre natura li ha fatti. Forse, creano fastidio per gli abbai notturni o per gli sconfinamenti negli orti ma tutto ciò non trova alcuna giustificazione per l'utilizzo di metodi così cruenti e malvagi. La Ciabattoni, infine, evidenzia che il problema non è solo a Controguerra ma anche ad Alba, dove di recente sono state rinvenute le carcasse di 7-8 gatti nell'area della stazione ferroviaria, sede di una colonia felina. In quest'ultimi lustri la sensibilità verso i "quattrozampe" è notevolmente aumentata ma non mancano ancora persone, poche per fortuna, che li odiano. I fatti accaduti sono già al vaglio carabinieri.

(20 Giugno 2018)
Alba Adriatica - Primo giorno d'estate con le attività della Biblioteca comunale
Scatta domani il programma con la lettura di libri che parlano di mare, sole, viaggi
ALBA - Le attività estive della Biblioteca Comunale a cura della Pro Loco Spiaggia d’Argento iniziano giovedì 21 giugno con lo Scaffale d’autore – proposte di lettura con libri disponibili al prestito che parlano di mare, sole, viaggi e con Bibliosera, apertura straordinaria dell’ente culturale fino alle 22.30 venerdì 22 giugno. Sempre nel pomeriggio di venerdì 22 alle ore 17 i bambini dai cinque ai sette anni sono invitati a Villa Flaiani per partecipare nella sala lettura al laboratorio Allo stagno con Palmiro e Gino!; i piccolissimi dopo l’ascolto di favole sul tema estivo realizzeranno guidati dall’animatrice Paola Donatelli un pesciolino. Il laboratorio fa parte di Un tuffo a Villa Flaiani! attività con vari appuntamenti per bambini e ragazzi dai tre ai quattordici anni che prevedono incontri di lettura anche in lingua inglese a cura del Centro Studio Helen Doron di Giulianova, laboratori artistici interattivi, laboratori di “fantasia e scrittura” e il richiesto servizio di aiuto-compiti “delle vacanze” anche durante la pausa estiva. Tutte le iniziative che hanno il fine di creare momenti di aggregazione e di contrastare l’isolamento molto frequente soprattutto tra i più giovani nel periodo estivo con l’interruzione della scuola, sono gratuite. Per info e prenotazioni si può contattare il 349/7594945. In programma inoltre per il 29 giugno un incontro di biblioterapia tenuto dalla dottoressa Claudia Fulvi, presentazioni di libri e l’evento celebrativo sul grande regista Federico Fellini, di cui ricorrono quest’anno i 25 anni dalla scomparsa.

(20 Giugno 2018)
Alba Adriatica - Partiti i lavori per la pista ciclabile lungo il Vibrata
Il tracciato è già visibile e, al momento, le ruspe sono arrivate sotto il ponte autostradale
ALBA - Da alcuni giorni, sono iniziati gli attesi lavori per realizzare il primo tratto della pista ciclabile che va da Alba a Corropoli, di circa 7 Km., progettata per arrivare fino a Civitella del Tronto. Un'opera che ha registrato ritardi, a causa di vari intoppi nel suo iter, ad iniziare dai ricorsi al Tar: prima per la gara d'appalto e poi per l'opposizione agli espropri, da parte dei proprietari terrieri. L'intervento ora sembra procedere con celerità e il percorso ciclabile, a ridosso della sponda albense del torrente Vibrata, sta prendendo forma, seguendo le linee del disegno tecnico approvato. Al momento, le ruspe partite da un terreno laterale a via Primo Maggio, traversa ad Ovest di via Vittorio Veneto (SS 16), sono arrivate nei dintorni del ponte autostradale. Tutto fa pensare che il primo lotto dei lavori potrebbe essere riconsegnato entro qualche mese, forse, a settembre. L'intervento è stato possibile grazie ai fondi regionali per 1.300.000 euro circa. La nascente pista ciclabile che s'inoltra nell'entroterra, è stata contestata ma anche apprezzata. Per gli operatori turistici, si tratta di una grande opportunità che permetterà di attrarre gli amanti del ciclo-turismo, soprattutto, in bassa stagione. Tra le critiche, invece, da segnalare la frequente manutenzione richiesta dall'infrastruttura, immersa tra la selvaggia natura fluviale e la campagna coltivata.

Ciao Città - Direttore responsabile D'Eugenio Bernardo Francesco - ciaocitta@alice.it C.Fisc.:DGNBNR57R17A125C