Home Page

(10 Dicembre 2019)
Sant'Egidio - Comune nel mirino dell'opposizione per il ritardo delle luminarie
Per il gruppo Centrodestra per S. Egidio "il paese appare ancora triste e spoglio".
 SANT'EGIDIO - Il gruppo Centrodestra per S. Egidio critica il Comune per il mancato posizionamento delle luminarie natalizie, ponendo in risalto come, a due settimane dal Natale, "il paese appaia ancora triste e spoglio". "La tradizione delle luminarie -recita la nota- è diventata nel corso degli anni un’attrazione per Sant’Egidio, ripresa anche da altri Comuni che oggi giocano d’anticipo. E' importante saper offrire un’immagine adeguata. Le luci di Natale regalano un’atmosfera migliore, rendendo le strade più vivibili e, oltre a creare entusiasmo e voglia di festa, possono essere di aiuto anche ai commercianti soprattutto in questo periodo di crisi e ristrettezze economiche. Sempre nella speranza -stiletta il gruppo Centrodestra per S. Egidio- che il sindaco abbia ritrovato il gonfalone, ci auguriamo che lo stesso inizi a trovare il tempo per dedicarsi alla città ed ai santegidiesi che gli hanno dato fiducia. Speriamo che anche questa volta non trovi alibi per giustificare un ritardo causato esclusivamente da un’inadeguatezza amministrativa che, a quasi 7 mesi dall’insediamento, lo ha portato solo a cercare scuse e nessuna azione concreta per la cittadina. Ciò -si conclude nel documento- era prevedibile, poiché criticare è semplice, dare risposte e risolvere i problemi quando sei chiamato ad amministrare è molto più difficile".

(7 Dicembre 2019)
Alba Adriatica - Villaggio di Natale, dal 15 al 6 gennaio, in piazza del Popolo
Lavori in corso per posizionare un grande albero di Natale, tendone e pista sul ghiaccio.
ALBA - Festività natalizie all'insegna di eventi e spettacoli ricreativi, mai come prima. Infatti, in piazza del Popolo (uno spazio di circa 10mila mq.), si prospetta un attraente villaggio di Natale, con quasi un mese di appuntamenti ed intrattenimenti, per bambini e adulti, da 15 dicembre al 6 gennaio prossimi. In queste ore l'esecutivo comunale, guidato dal sindaco Antonietta Casciotti, sta tenendo gli ultimi incontri con i rappresentanti delle numerose associazioni cittadine (Pro loco Alba Adriatica e Pro loco Spiaggia d'Argento comprese), per definire il programma che verrà presentato in conferenza stampa, forse, tra mercoledì e giovedì prossimi. Comunque, a far intuire che sarà un  periodo natalizio speciale, sono i lavori in corso nella piazza per allestire una particolare scenografia, con grande albero di Natale, casetta di Babbo Natale e della Befana, luminarie pendenti, tendone da circo in cui ospitare spettacoli, un'ampia pista per pattinare sul ghiaccio ed altre sorprese. Il villaggio natalizio però non proporrà soltanto allegria e spensieratezza ma anche momenti di riflessione su temi e problemi sociali, vista la presenza di associazioni che si occupano anche di assistenza e solidarietà verso le persone più emarginate. Un punto rilevante, evidenziato dal presidente della Pro loco  Alba, Renato Pantoli, è stato proprio il contributo offerto dai circa 50 sodalizi locali. "C'è stata -ha detto- una grande adesione, sia in sostegno economico che organizzativo, da parte delle associazioni. Per la prima volta, abbiamo formato un gruppo compatto concretizzando, anche grazie al Comune, un'idea mai riuscita in precedenza". Sì, perchè sarà la prima volta che gli albensi e non solo, potranno scegliere di festeggiare il nuovo anno in piazza del Popolo, senza  doversi spostare altrove per cercare qualche momento di intrattenimento. Programma ancora da stampare ed illustrare nei dettagli ma, intanto, le voci intorno al calendario degli spettacoli indicano il probabile arrivo del comico Uccio De Santis e di Roberto Ferrari, di Radio Deejay. Per organizzare il villaggio di Natale, il Comune ha spostato, in via temporanea, il mercato settimanale del lunedì nelle vie intorno alla piazza. Un aspetto, quest'ultimo, invocato da lustri per riqualificare la stessa che resta una sgradevole distesa di asfalto, ad uso delle auto.

(4 Dicembre 2019)
Alba Adriatica - Colonnelli sbotta per lo stallo dei lavori della ciclabile
L'assessore, in Consiglio, ha criticato lungaggini e gestione approssimativa dell'opera.
ALBA - L'ingarbugliata vicenda della pista ciclabile progettata per collegare la riviera vibratiana all'entroterra, da Alba a Civitella del Tronto, ha acceso i toni del dibattito nel recente consiglio comunale. Finora la maggioranza di centrosinistra alla guida di Palazzo di città, non era mai intervenuta sui numerosi intoppi che hanno caratterizzato l'opera (approvata dalla precedente Giunta regionale), iniziati già qualche mese dopo l'apertura del cantiere, nell'estate 2017. Ora l'interminabile stop ai lavori, ormai in corso da diversi mesi, sta producendo degrado e rovina nel primo tratto del percorso già realizzato, per circa 7 Km., da Alba a Corropoli. A sbottare, per questa situazione che rischia di fare della pista un miraggio, è stato l'assessore ai Lavori pubblici di Alba, Nicolino Colonnelli, che non ha risparmiato critiche. "Fruire di un finanziamento -ha detto nell'aula consiliare- non significa realizzare un'opera pubblica giusto per farla. Se questo non è possibile, è giusto che i fondi vengano dirottati altrove". Forse un'inconscia profezia ma, comunque, è stato il segnale che gli amministratori albensi e tanti cittadini, sono stanchi delle lungaggini burocratiche, nonché preoccupati per le sorti della stessa infrastruttura che doveva essere già stata riconsegnata ed inaugurata, l'anno scorso. "Ci erano state date delle rassicurazioni -ha ricordato  Colonnelli- che tutto sarebbe stato sistemato ma allo stato attuale lo stallo permane. Di sicuro da parte della Provincia e dell'Unione dei Comuni, si evidenzia un pò di pressappochismo, non possiamo certo nasconderlo". Il Comune di Alba, in buona sostanza, sta temendo il peggio. Se l'opera (finanziata dalla regione con 1.350.000 euro circa) non verrà ultimata, si infliggerà un grave danno al turismo ma anche alla natura, visto i chilometri d'asfalto già riversati sul tracciato, prossimi a scomparire tra alte erbacce, canne fluviali ed arbusti vari.

(2 Dicembre 2019)
Alba Adriatica - Corsa all'ultimo selfie con l'ex scuola elementare Filzi
Sempre pił vicino il momento della demolizione per far spazio ad un nuovo polmone verde.
ALBA - Il centro urbano si appresta a cambiare volto, grazie all'arrivo di un nuovo polmone verde, al posto di un'area occupata da un rudere cementizio e dal degrado. Infatti, è ripartita la pratica per demolire la cadente ex scuola elementare Fabio Filzi, costruita oltre 80 anni fa, abbandonata da circa 40 anni e da circa un decennio transennata per la caduta di pezzi di calcinacci. Ora si attende l'espletamento della procedura della gara d'appalto che partirà dalla somma di 380mila euro. I tempi per provare ancora nostalgia o per fotografare, per l'ultima volta, il grande edificio in cui sono cresciute diverse generazioni di scolari albensi, ormai, sono ridotti ad un paio di mesi al massimo, visto che i lavori per abbatterlo scatteranno appena assegnato il compito, con molta probabilità già a gennaio del nuovo anno. Sgomberata l'area, il recupero dello spazio comunale (previsto in una durata complessiva di 180 giorni), procederà con le linee indicate nel progetto "Sport missione comune- Riqualificazione area ex scuola Filzi" che ha consentito di ottenere un sostanzioso finanziamento pubblico di 450 mila euro, essenziale per attuare l'impegnativa demolizione che inciderà per circa due terzi del fondo ricevuto. La parte restante servirà all'impianto di un parco pubblico, con piccole fontane e giochi d'acqua ed in particolare con uno spazio attrezzato per dilettarsi in attività sportive, ad iniziare da un campo di basket (foto-rendering). Una situazione di pericolo statico e di estrema bruttura, sbloccata dal sindaco Antonietta Casciotti che, una volta per tutte, ha deciso in tal senso e per quanti in precedenza avevano sempre rinviato l'abbattimento dell'ex plesso scolastico.

Ciao Cittą - Direttore responsabile D'Eugenio Bernardo Francesco - ciaocitta@alice.it C.Fisc.:DGNBNR57R17A125C