Home Page

(21 Maggio 2018)
Alba Adriatica - Ecco la lista "UniAmo Alba" del candidato Casciotti
Il gią due volte sindaco di Alba torna in campo per il rilancio della cittadina
ALBA - Continua il giro di presentazione delle liste elettorali che si daranno battaglia per la conquista di Palazzo di città nei prossimi giorni di propaganda elettorale, fino all'appuntamento con il voto del 10 giugno. Dopo "Citta Viva" del candidato a sindaco Giuliano De Berardinis, è stata la vota della lista "UniAmo Alba" del candidato a sindaco Antonietta Casciotti. Il suo primo intervento pubblico, nello chalet Coco Loco, per illustrare la sua squadra di aspiranti consiglieri comunali, finora, è apparsa la più frequentata, forse, anche per il fatto che si è svolta nel pomeriggio di un giorno festivo, con il lungomare affollato di gente. Il già due volte sindaco di Alba, dal 1995 al 2004, è tornata in auge per vari fattori ed in seguito alla profonda crisi che ha segnato il Pd albense, ridotto a meno di 800 voti nelle ultime Politiche. Con Casciotti, quindi, si cerca un rilancio di tale area che oggi aggrega anch'essa espressioni politiche di diverse natura, al pari delle altre tre liste in corsa. Per la Casciotti bisogna, "tornare a sognare, ma con cose concrete". Il suo programma si evince già dallo slogan politico che si sviluppa su tre concetti base: "Viviamo, organizziamo, progettiamo". Il progetto prevede numerosi interventi, ad iniziare da un nuovo Piano regolatore, abbellimento del lungomare, riqualificazione del centro urbano e riorganizzazione della sofferente macchina municipale. Non è mancato il momento della risposta a qualche frecciata, lanciata da "Città Viva" che sembra la lista avversaria più competitiva. "Qualcuno -ha replicato la casciotti- dice che amministrare oggi non è la stessa cosa di 20 anni fa. Ne sono consapevole, ma io sono abituata a guardare avanti e non indietro". i candidati di "UniAmo Alba": Nicolino Colonnelli, Luca Falò, Francesca Ciarrocchi, Alessandra Ciccarelli, Paolo Cichetti, Simone Di Paolo, Alice Di Giacomo, Francesca Di Matteo, Antonella Gasparroni, Cesare Di Felice, Danilo Prato, Simone Pulcini, Pietro Temperini, Giuliano Vallese, Oriana Tribuiani, Valeria Bamonti.

(19 Maggio 2018)
Alba Adriatica - Presentata la lista "Cittą Viva" del candidato De Berardinis
Illustrato il programma della composita formazione civica, con buone possibilitą di vincere
ALBA - Inizia il momento di presentare le 4 liste che parteciperanno alle comunali, del 10 giugno. Il primo schieramento a scendere in campo, oggi, all'hotel Astor, è stato "Città Viva", con candidato a sindaco il medico albense Giuliano De Berardinis, già vice sindaco dal 2008 al 2013. Intorno a questa formazione civica che aggrega varie espressioni politiche: dal centrosinistra al centrodestra, si registra un grande entusiasmo e, soprattutto, c'è la buona convinzione di poter vincere il confronto elettorale. In effetti, i candidati della lista "Città Viva", hanno ricoperto precedenti incarichi in Comune e, in una logica di sommatoria dei voti raccolti nelle passate elezioni, l'aspetto potrebbe mettere in forte difficoltà le altre liste, ad iniziare da "UniAmo Alba", dell'ex sindaco Antonietta Casciotti, dal 1995 al 2004, ritenuta la lista da battere. "C'è qualcosa -ha premesso De Berardinis- che va oltre ai programmi  ed è la cosa che mi sta più a cuore: favorire un clima di pacificazione, e ridare fiducia alla cittadinanza". Per quanto concerne l'unione tra provenienze politiche diverse, compresa FI con 3 assessori uscenti, non ci sarebbe alcun problema. "Ogni candidato -ha spiegato il capolista di Città Viva- ha la sua storia e le proprie convinzioni politiche, ma questo va visto come un fattore positivo del civismo democratico". Non è è mancata una stilettata all'avversaria Casciotti. "Chi pensa -è stato il monito di De Berardinis- di fare il sindaco e amministrare come 20 anni fa percorre di sicuro la strada sbagliata". Ecco i candidati: Federica Ciapanna, Ambra Foracappa, Giordana Truscelli, Michela Maloni, Nirvana Savioli, Gianfranco Marconi, Donato Pantoli, Pierluigi Marziale, Andrea Puccinotti, Marco Crescenzi, Marco Di Pietro, Alessia Ventura, Adriano Josè Iachini e Fabrizio Pizza. Domani, alle ore 18,30, nel lido balneare Coco Loco, sarà la volta di "UniAmo Alba", mentre lunedì sera, nello chalet Stella d'Oro toccherà alla lista di Remo Saccomandi, "Voi in Comune".

(18 Maggio 2018)
Alba Adriatica - Ancora pochi giorni per approvare il Piano spiaggia
Lo strumento che prevede una dozzina di nuove concessioni, č all'esame del Genio civile
ALBA - Piano spiaggia agli ultimi passaggi, prima di essere licenziato nella prossima assise comunale del 24 maggio. Il piano demaniale marittimo comunale, già approvato nel febbraio del 2015, dopo essere stato adeguato allo strumento regionale affidando il compito ad un professionista del settore per redigere le necessarie varianti tecniche, "adesso -come ha riferito ieri il sindaco Tonia Piccioni- è all'esame del Genio civile e tra qualche giorno potrà essere definitivamente approvato in consiglio comunale". Un atto molto atteso da cittadini ed operatori economici della cittadina balneare, specie dagli albergatori, in cerca di soluzioni verso alcuni problemi decennali mai risolti, ad iniziare dall'esigenza di avere spazi di arenile in cui allestire ombreggi per i propri villeggianti, sempre nel rispetto dell'ambiente circostante. Lo studio effettuato a tale scopo ha già individuato una dozzina di aree demaniali da assegnare in concessione a soggetti pubblici e privati che potranno accopparsi tra loro. In tale prospettiva si prevede anche una riqualificazione dell'intero arenile albense, a partire dalla creazione di specifici percorsi per diversamente abili che, finalmente, consentiranno di evitare grandi fatiche per trasportare in spiaggia la carrozzina. "Nel Piano -ha poi affermato la Piccioni ancora combattiva, nonostante, l'amarezza per la mancata candidatura bis- ci sono altre novità che miglioreranno anche la nostra offerta turistica. Aspetto -ha concluso- la sua riconsegna, per poi illustrarlo in Consiglio". Nel frattempo, ieri mattina, è stato effettuato il primo e potente getto di sabbia sulla spiaggia Nord, di Alba, con le ruspe pronte a spalmare, in modo uniforme, il materiale riversato sulla battigia. L'aspetto però ha preoccupato il presidente del Cogevo, il consorzio di gestione delle vongole, Giovanni Di Mattia. Questi, pone interrogativi sul fatto che il drenaggio in corso possa arrecare danni al pregiato prodotto ittico.

(17 Maggio 2018)
Alba Adriatica - Ecco la lista per le comunali composta da "quatrro zampe"
La provocazione arriva da animalisti e ambientalisti. Resa dei conti nel centrodestra
ALBA - Singolare iniziativa a favore dei migliori amici dell'uomo, con la presentazione di una lista elettorale surreale, formata soltanto da "quattrozampe" ed appunto denominata "Lista nº 101". L'Insolita proposta che tende a  sensibilizzare l'ambiente politico verso il mondo degli animali d'affezione, arriva proprio a ridosso delle elezioni comunali, del 10 giugno. A porre il tema, è stata Sandra Ciabattoni, storica fondatrice del canile di Alba. Per l'esponente della Lega a difesa del cane, ad Alba, cani e gatti "vivono una vita limitata e difficile. I cani -aggiunge la Ciabattoni- non hanno uno spazio pubblico, non vengono accettati in diversi alberghi e lidi balneari, vivono segregati negli appartamenti in quanto sedicenti amministratori di condominio, violando apertamente le leggi, non cambiano il regolamento condominiale e non hanno una loro spiaggia". L'originale squadra con le foto di 16 simpatici quadrupedi ed un cane di nome "Massimo" a capolista, verrà stampata ed affissa in spazi privati, in quanto il Comune non ha concesso l’affissione. Si lamenta anche il fatto che i padroni degli animali, pur raccogliendo le deiezioni, sono costretti a riportarsele a casa, non essendo presenti cestini per simili rifiuti. Intanto, nelle vere elezioni, si registra la resa dei conti nel frantumato centrodestra albense, disperso in altre liste guidate da rappresentanti del centrosinistra e tesserati del Pd, almeno fino allo scorso dicembre. Il silurato sindaco uscente Tonia Piccioni (FI), non ha trovato certo conforto nelle parole degli esponenti provinciali del suo partito che l'hanno abbandonata, senza creare alternative, fino all'assenza dello stesso schieramento, per la prima volta nella storia di Alba. Centrosinistra e civiche esultano e ringraziano. In tale e confuso contesto, non manca la protesta per le pessime condizioni della SP 259, lungo il famigerato budello tra la rotatoria della SS 16 e lo svincolo autostradale, assalito da erbacce che impediscono una buona visuale.

Ciao Cittą - Direttore responsabile D'Eugenio Bernardo Francesco - ciaocitta@alice.it C.Fisc.:DGNBNR57R17A125C