Home Page

(24 Settembre 2020)
Alba Adriatica - Pista ciclabile Alba-Corropoli oggetto di aspre critiche
Conferenza stampa sul posto con Domenico Di Matteo, presidente del Comitato civico Val Vibrata.
ALBA - Conferenza stampa convocata direttamente sul tratto di pista ciclabile che da Alba giunge a Corropoli, sempre più nel degrado e ormai simbolo di opera incompiuta. A indirla, tra la vegetazione invadente che la sta rendendo quasi invisibile, lungo la linea d'asfalto che presenta crepe profonde, è stato il presidente del Comitato civico Val Vibrata e Monti della Laga, Domenico Di Matteo che non ha lesinato critiche, in modo particola verso l'Unione dei Comuni. "Premetto -ha detto Di Matteo- di non essere contro la realizzazione delle piste ciclabili ma questo progetto voluto a tutti i costi con troppa fretta, è nato male. Il risultato però è quello che si vede, da circa due anni la pista è nel completo abbandono, in attesa dell'approvazione della variante tecnica, da parte dell'Unione dei Comuni e poi dal Comune di Alba Adriatica". Un iter burocratico interminabile, mentre quanto costruito con 1.300.000 euro della Regione, sta rischiando di rovinarsi in via definitiva. Tra i presenti anche Stefania Di Monte, in rappresentanza dei proprietari terrieri, non ancora rimborsati per gli espropri dei loro appezzamenti anche se si parla di piccole somme. "Non sono mai stata -ha aggiunto Di Monte- interpellata e  indennizzata dei terreni valutati con la cifra irrisoria di 3 euro al metro quadrato. Un vero danno per le nostre attività agricole. Le mie osservazioni non sono contate nulla". "La pista -ha poi continuato Di Matteo- non riguarda solo il sottoscritto ma l'intera vallata che sperava di incrementare il flusso turistico. Inoltre, se la pista in questione non verrà collegata alla ciclabile sulla sponda albense del fiume Vibrata che porta alle corsie del lungomare di Alba e poi di Tortoreto e Martinsicuro, sarà uno sperpero di denaro". Un problema di non poco conto, perché nessuno rischierà di attraversare rotatorie e incroci sulla trafficata SS 16, per immettersi sul percorso ciclabile che inizia nella zona Ovest di Alba. Un altro aspetto critico è quello della manutenzione. "Tre anni fa -ha ricordato Di Matteo- proposi una convenzione ma qualcuno si mise a ridere e questo la dice lunga su alcuni amministratori della Val Vibrata. Non faccio polemiche ma sollevo un problema reale, auspicando -ha concluso- una rapida approvazione della variante e altro denaro per collegare la pista al lungomare di Alba".

(22 Settembre 2020)
Alba Adriatica - Aggiornato il programma triennale delle Opere pubbliche
Per la prima volta appare la ristrutturazione di piazza del Popolo, per 300mila euro.
ALBA - Approvata dalla Giunta comunale, diretta dal sindaco Antonietta Casciotti, la delibera per aggiornare il programma triennale delle Opere pubbliche 2020-2022. Nello schema dei vari interventi previsti colpisce sicuramente l'inserimento, per la prima volta da quando è stata realizzata, del punto riguardante la ristrutturazione di piazza del Popolo, circa 10.000 mq. di asfalto grezzo in pieno centro cittadino, da oltre 40 anni sempre utilizzata a parcheggio e mai per il nome che porta. L'intervento di ristrutturazione prevede una spesa di 300mila euro, di cui 100mila da reperire con i fondi della legge Bucalossi e 200mila attraverso l'acquisizione di un muto ordinario. Un segnale positivo per un luogo pubblico importante che, finora, non ha mai potuto esprimere il suo potenziale valore estetico e di aggregazione sociale. Al momento, l'amministrazione comunale deve ancora definire il percorso di ristrutturazione con un progetto tecnico che possa indicare cosa verrà mutato ma il fatto di aver eliminato il mercato settimanale dalla piazza, ormai da 10 mesi, e di aver deciso di spendere 300mila euro, fa intuire che  presto potrà essere più bella e sicura. Un altro aspetto rilevante è quello inerente la manutenzione del manto stradale, notevolmente deteriorato in gran parte delle vie cittadine, da diversi anni sistemato sempre con rattoppi. Per questo settore sono state previste opere di sistemazione per un milione di euro. Non mancano poi i fondi per completare opere importanti, quali la costruzione della nuova scuola media (1.644.323 euro secondo stralcio), l'ampliamento del cimitero con altri 632mila euro, la realizzazione del parcheggio in via Toscana (440mila euro), l'adeguamento sismico della scuola secondaria (700mila euro primo stralcio), grazie ai fondi statali Miur elargiti per oltre 2milioni di euro. Alla novità di piazza del Popolo si aggiunge, nel 2021, il recupero dell'ex asilo gestito dalle suore, per 450mila euro, la riqualificazione della passeggiata e della pista ciclabile per 700mila euro, mediante proventi da alienazione di beni municipali e la riqualificazione del bocciodromo comunale, in via Merano, per 200mila euro, da attingere dalle casse comunali.

(22 Settembre 2020)
Martinsicuro - Menzione speciale per Valeria Di Felice al Premio Camaiore
L'editrice e poetessa truentina premiata per le sue opere e per il suo impegno culturale.
MARTINSICURO - Sabato 19 settembre all’UNA Hotel di Lido Camaiore si è svolta la cerimonia di premiazione del XXXIIº Premio Letterario Camaiore Francesco Belluomini durante la quale Valeria Di Felice, editrice e poetessa abruzzese, ha ricevuto la Menzione Speciale per la sua raccolta poetica “Il battente della felicità” pubblicata nella versione araba dalla casa editrice tunisina Diyar Edition e tradotta da Sana Darghmouni. Il riconoscimento è stato attribuito dalla giuria formata da Michele Brancale, Corrado Calabrò, Emilio Coco, Vincenzo Guarracino, Paola Lucarini e Renato Minore, e presieduta da Rosanna Lupi. Durante la serata, presentata dal giornalista RAI Alberto Severi e impreziosita dalle letture dell’attrice Alessia Innocenti, il giurato Vincenzo Guarracino ha sottolineato come la poesia di Valeria Di Felice si esprima in una maniera forte, intensa, unendo tenerezza, dolcezza e visionarietà in modo singolare. Ha poi aggiunto: «L’editore ha una funzione sociale e morale assolutamente importante. È per questo che persone come Valeria Di Felice vanno guardate con ammirazione e riconoscenza perché assolvono una funzione di civiltà soprattutto oggi, in un’epoca che alza muri piuttosto che costruire ponti. È per questo che il Premio Camaiore ha pensato che fosse bene segnalare la sua opera: di mediatrice e di costruttrice». Valeria Di Felice (1984) fonda nel 2010 la Di Felice Edizioni. Ha pubblicato le sillogi L’antiriva (2014), Attese (2016) e Il battente della felicità (2018, seconda edizione 2019). Le sue poesie sono state tradotte in arabo, spagnolo e romeno e sono state pubblicate in Marocco (2012), negli Emirati Arabi (2015), in Romania (2016), in Palestina e Giordania (2017), in Tunisia (2020). Nel 2016 ha curato l’antologia poetica La grande madre. Sessanta poeti contemporanei sulla Madre, nel 2017 la miscellanea di critica e poesia Alta sui gorghi e nel 2019 il volume Antonio Camaioni. Nell’ordine del caos. Nel 2018 ha tradotto in italiano, in collaborazione con Antonella Perlino, il libro di racconti della scrittrice marocchina Fatiha Morchid, L’amore non è abbastanza. È socia fondatrice della Casa della poesia in Abruzzo - Gabriele D’Annunzio.


(20 Settembre 2020)
Alba Adriatica - La Biblioteca comunale aderisce alla settimana del Bibliopride
L'iniziativa culturale parte domani, con una diretta live sulla pagina fb della Biblioteca.
ALBA - La Biblioteca comunale di Alba, aderisce alla nona edizione del Bibliopride –Giornata nazionale delle biblioteche, promossa dall’Aib (Associazione Italiana Biblioteche) in collaborazione con AIE (Associazione italiana editori), ALI (Associazione librai italiani), Librai e Cartolibrai, con delle attività culturali a cura della Pro Loco Spiaggia d’Argento e promosse dall’Amministrazione comunale. La manifestazione, è nata nel 2012, come risposta al “saccheggio” subito dalla Biblioteca Statale dei Girolamini a Napoli, per riaffermare l’importanza del sistema bibliotecario nazionale per la crescita culturale, economica e sociale del nostro paese. L’edizione di quest’anno, che si svolge in tutta Italia dal 21 al 27 settembre, ha come tema “Le biblioteche al tempo della pandemia”, per valorizzare il lavoro messo in campo dalle biblioteche nelle diverse fasi dell’emergenza. Per il Bibliopride 2020 è prevista per lunedì 21 alle ore 16.30 una diretta live sulla pagina facebook della Biblioteca con un video di apprendimento dal titolo “Forme e colori dei libri”. A grande richiesta tornano i click della “Natura non si ferma”, che hanno avuto un buon riscontro nell’ambito delle iniziative organizzate per la Summer Bibliodigital. Ai ragazzi di età compresa tra i 10 e i 16 anni sarà chiesto di inviare foto sugli animali protagonisti delle “Favole dell’amicizia” di Luis Sepulveda, scomparso nell’aprile scorso. I partecipanti potranno inviare i loro scatti con gabbiani, cani, gatti e lumache sul numero di whatsapp 349/7594945. I bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni potranno partecipare in presenza a Villa Flaiani al laboratorio DiventiAmo amici del gatto e del topo! con lettura di brani del romanzo di Luis Sepulveda “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico”. Conclude la settimana domenica 27 settembre la campagna di lettura social “La biblioteca in questo periodo è per me…”: ai lettori e agli utenti dell’ente culturale sarà chiesto di esprimersi su come vivono la biblioteca in questo periodo. Tutti i pensieri pervenuti sul numero di whatsapp 349/7594945 saranno pubblicati sulla pagina facebook della Biblioteca comunale.


Ciao Cittą - Direttore responsabile D'Eugenio Bernardo Francesco - ciaocitta@alice.it C.Fisc.:DGNBNR57R17A125C