Home Page

(27 Agosto 2016)
Alba Adriatica - Finti verbali per scorretto conferimento rifiuti
La Poliservice mette in guardia gli utenti dopo il caso segnalato ad Alba Adriatica
ALBA - La ditta Poliservice incaricata alla raccolta differenziata dei rifiuti, mette in guardia gli utenti per l'inganno dei finti verbali per errato conferimento del pattume. A suscitare l'allarme è stato il caso segnalato ad Alba, dove ad un anziano del luogo, di 91 anni, è stata recapitata nella cassetta della posta una contestazione per aver abbandonato rifiuti. Il problema è che tutto è risultato falso: dalla carta intestata della Poliservice, alla marca da bollo, al timbro postale, compresa la firma dell'inesistente ispettore ecologico. La sanzione amministrativa contestata prevede un minimo di 750 euro, fino ad un massimo di 2.295 euro. All'anziano albense è venuto un colpo ma il truffaldino tentativo è stato smascherato. "La Poliservice –ha spiegato il presidente di Poliservice, Gianni Antelli- non ha mai inviato verbali anche perché non può farlo, non ne ha la competenza giuridica. I provvedimenti sanzionatori spettano ad altre autorità, non a noi. Pertanto -ha sottolineato- invitiamo tutti i cittadini a diffidare di lettere, finti ispettori o di chiunque bussasse alla porta, annunciando di operare per conto di Poliservice". Si sospetta che qualcuno possa poi passare direttamente all'incasso all'indirizzo della vittima e che possano circolare altri verbali simili.

(25 Agosto 2016)
Alba Adriatica - "Amatriciana" nei ristoranti per aiutare i terremotati
L'iniziativa potrebbe scattare già domani per poi essere replicata. Contributo minimo 10 euro
ALBA - Scatta una singolare iniziativa di solidarietà, a favore delle vittime del terremoto, attraverso il piatto tipico di Amatrice (amatriciana), da proporre in tutte le attività commerciali e turistiche della cittadina costiera. Infatti, se non ci saranno intoppi organizzativi vista l'immediata proposta di ieri pomeriggio, già a partire da domani si potrà aderire all'iniziativa di offrire il famoso manicaretto della sfortunata cittadina laziale, con annessa busta bianca, in cui donare il proprio contributo minimo, stabilito in 10 euro. L'idea che si è subito propagata e trasformata in appello a tutti i commercianti dell'affollato centro balneare (in questo momento della stagione sono numerosi ed ancora tutti all'opera), è arrivata, ieri pomeriggio, sempre da parte di altri negozianti, sensibili ai lutti ed alla distruzione provocati dal terribile sisma. Ad esporla sul web è stato il gioielliere Stefano Cichetti, esponente dell'associazione dei commercianti "Centro Storico". Questi, si è rivolto dell'associazione locale dei ristoratori (Ariia), al sodalizio dei balneatori albensi (Oba) ed agli albergatori cittadini, per organizzare una vera e propria serata da dedicare alla solidarietà, da replicare anche nelle settimane successive, a settembre. Il denaro ricavato dalla beneficenza andrà nelle mani del presidente della Protezione Civile di Alba Adriatica che provvederà alla distribuzione.

(25 Agosto 2016)
Alba Adriatica - Albergatori in campo per disinquinare il torrente Vibrata
Festa di fine estate (30 agosto in piazza del Popolo), con lo scopo di risanare il corso fluviale
ALBA - Un concerto ed una lotteria di beneficenza, con il proposito di reperire maggiori risorse economiche per disinquinare il torrente Vibrata, da decenni, afflitto da gravissimi problemi ambientali (risulta tra i più inquinati d'Abruzzo) che stanno mettendo a rischio l'economia turistica dell'intera costa vibratiana. L'iniziativa lodevole, questa volta, non arriva dal Comune o da altri enti pubblici ma dall'associazione degli albergatori albensi "Albatour" che conta oltre 50 aderenti. Il forte sodalizio di operatori turistici, infatti, ha ideato ed organizzato una giornata di festa (30 agosto prossimo in piazza del Popolo), allo scopo di procacciare ulteriori finanziamenti, utili a sostenere le spese di monitoraggio e cura del martoriato torrente Vibrata. L'associazione, inoltre, è già parte attiva in questa continua battaglia per tornare ad avere un corso fluviale degno del suo nome e, parallelamente all'Arta, da qualche anno effettua le analisi chimico-fisiche delle acque del torrente, a proprie spese. In aggiunta, grazie al contributo dell'amministrazione comunale, Albatour esegue anche la fito-depurazione enzimatica ma servono sempre più fondi, per proseguire ed incrementare le attività necessarie alla salvaguardia del fiume e del mare. Ecco allora l'idea, forse unica, della "Festa di fine estate" (concerto del gruppo ascolano de "La Rua" e lotteria), con il denaro incassato da spendere per il risanamento ambientale.

(24 Agosto 2016)
Alba Adriatica - Il terremoto è stato avvertito anche sulla costa vibratiana
Molti cittadini sono stati svegli fino all'alba. Rinviata a sabato, per solidarietà, Miss Abruzzo
ALBA - Grande paura la scorsa notte per una forte scossa di terremoto che ha colpito tutto il centro Italia, causando decine di morti nel Lazio  e nelle Marche, nonchè il crollo di numerosi edifici privati e pubblici. Un vero disastro che per fortuna in Val Vibrata ha provocato solo tanto spavento ma per fortuna nessun danno rilevante a persone e cose. Ora c'è bisogno di aiuto e solidarietà e, intanto, l'amministrazione comunale albense ha comunicato che a causa dei terribili eventi sismici che hanno interessato nella notte i territori compresi nelle regioni di Umbria, Lazio, Marche e Abruzzo, la manifestazione per l'elezione di Miss Abruzzo è stata rinviata a sabato prossimo, 27 agosto.

(24 Agosto 2016)
Alba Adriatica - "Mazzini street": stop al mercato di venerdì prossimo
La manifestazione mai confermata con delibera è stata blocata anche per gli esposti
ALBA - La situazione dei mercatini estivi diventa sempre più incandescente,  specie con la guerra in corso tra le varie sigle di categoria che lottano per ottenere le autorizzazioni comunali ed i necessari spazi per organizzare gli eventi espositivi richiesti. L'ultimo atto di una stagione estiva contrassegnata da roventi polemiche, con esposti al Prefetto ed alla Procura, da parte dell'associazione Confartigianato Teramo (sotto esame la ripartizione degli stessi appuntamenti commerciali nei Comuni di Alba e Martinsicuro), è stato quello di non poter più effettuare la manifestazione "Mazzini street", indicata per domani ma mai deliberata dall'esecutivo municipale. L'imprevisto ha scombussolato i piani dei negozianti in sede fissa che aspettavano il grande mercato, per rimpinguare le casse. Come sempre sono volate accuse all'indirizzo del Comune ma per il sindaco Tonia Piccioni e l'assessore al commercio Ambra Foracappa, sono completamente infondate. "L'evento in questione -hanno precisato- non era mai stato programmato dall'amministrazione che ha deliberato lo svolgimento di 3 fiere estive, fin dallo scorso marzo". "La storia di questo quarto appuntamento -ha aggiunto il sindaco- era confortata soltanto da voci ma non da specifici atti amministrativi. "Non è possibile -ha sottolineato la Foracappa- assegnare eventi al momento e anche se avessimo voluto, è intervenuto il problema degli esposti contro la Giunta che blocca ogni iniziativa in tal senso". Il Comune, intanto, ha già inviato  al Prefetto le spiegazioni richieste e la linea adotta per la concessione dei mercati estivi.

Ciao Città - Direttore responsabile D'Eugenio Bernardo Francesco - ciaocitta@alice.it C.Fisc.:DGNBNR57R17A125C