Home Page

(17 Gennaio 2023)
Elezioni comunali di primavera sempre pił vicine
Ad Alba, al momento, č certa la ricandidatura del sindaco Casciotti
 ALBA - Sempre più vicino, per il Comune rivierasco, l'appuntamento con le urne elettorali per eleggere un nuovo sindaco che governerà la cittadina abruzzese, dal 2023 al 2028. I giochi politici sono in corso, soprattutto, per gruppi civici e politici concorrenti perchè, al momento, l'unica certezza è quella che il primo cittadino in carica, Antonietta Casciotti (centrosinistra), sarà ancora in lizza per il suo secondo mandato. L'ha già annunciato in via ufficiale, il mese scorso, ma se dovesse vincere ancora sarebbe in realtà il quarto (un record tra i sindaci eletti ad Alba), visto che il suo ritorno a Palazzo di città, nel 2018, era già stato preceduto da altre due affermazioni consecutive, dal 1995 al 2004. La sua lista "Uniamo Alba" ha già iniziato il "tour" pre elettorale per i quartieri della città, denominato "Incontriamo Alba", con al centro temi riguardanti i risultati ottenuti, il programma e le prospettive future. Sul versante opposto, invece, c'è l'incalzante azione critica del movimento civico "Siamo Alba", organizzato e presentato dal presidente della Pro loco Alba Adriatica, Renato Pantoli, sostenuto anche dall'ex sindaco Valerio Caserta (2004-2007). Sabato prossimo, alle ore 10,30, nella sede situata in viale Della Vittoria, il movimento civico illustrerà i risultati di un sondaggio effettuato, nelle scorse settimane, tra i cittadini albensi. Dopo il successo nazionale, anche Fratelli d'Italia si appresta a presentare alle prossime comunali una propria lista, per il centrodestra. Per l'occasione, FdI ha aperto una nuova sezione, in viale della Vittoria, proprio al fianco di "Siamo Alba". Infatti, non mancano incontri tra le parti con il tentativo di dar vita ad un'intesa politica per unire le loro forze, contro lo schieramento del sindaco uscente. Un percorso politico non facile ma che a fine aprile  dovrà chiarire se ad Alba ci saranno tre liste in campo, oppure due. In Val Vibrata, oltre ad Alba, per le amministrative (forse a giugno) si voterà anche nei Comuni di Nereto, Civitella del Tronto e Controguerra.

(17 Gennaio 2023)
Bici smontate e abbandonate: arriva la multa da 500 euro e la rimozione
Problema di decoro e immagine turistica. Alla stazione ammassi di telai arrugginiti
 ALBA - La località balneare, da alcuni mesi, appare come un grande centro di rottamazione di biciclette abbandonate e smontate in pezzi per portare via manubri, ruote, selle e quant'altro, lasciando in bella vista solo telai arrugginiti. Costellano vari punti del centro cittadino e sono ancora incatenate a pali della segnaletica stradale, ad alberi e cartelli pubblicitari. Un serio problema di decoro urbano che ha già suscitato numerose lamentele, nonché spinto l'amministrazione di Palazzo di città a prendere provvedimenti con una specifica ordinanza di divieto di abbandono velocipedi non più idonei all'uso, emessa dal sindaco Antonietta Casciotti. Nell'atto sindacale viene anche evidenziato che il degradante fenomeno si registra nell'intero territorio comunale e, in modo particolare, nell'area della stazione ferroviaria, luogo in cui si concentrano maggiormente anche le proteste degli utenti dello scalo, di residenti e negozianti. Ora si attende, come previsto nell'ordinanza, l'azione rimozione di tutte le biciclette che si trovino in condizioni  tali da far presumere alla polizia locale l'evidente stato di abbandono, specie se prive delle parti essenziali all'utilizzo. Verranno tagliati i lucchetti e, oltre alla sanzione pecuniaria, saranno sequestrate, con apposito verbale corredato di documentazione fotografica. I velocipedi verranno poi custoditi in un magazzino dell'ente comunale, dove resteranno a disposizione dei legittimi proprietari per 10 giorni. Sarà molto difficile che qualcuno si presenterà a reclamare quel che resta della sua bicicletta, dimostrando il possesso del mezzo rimosso con l'esibizione della chiave del lucchetto e pare 30 euro per le spese di rimozione. Con molta probabilità, invece, il velocipede finirà per essere catalogato al pari di un rifiuto urbano, per essere consegnato alla ditta che si occupa di smaltimento e rottamazione. Le sanzioni stabilite nella disposizione, a firma del primo cittadino albense, vanno da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500 euro. L'obiettivo principale dell'ordinanza è però quello di debellare tale malcostume che si manifesta anche nelle rastrelliere pubbliche poste in piazza IV Novembre e davanti al Municipio, rendendole di fatto inutilizzabili a coloro che girano regolarmente sul mezzo a pedali. Un fattore negativo per l'immagine turistica della città, di occupazione indebita degli spazi pubblici e di grave incuria che ora si spera venga risolto definitivamente.

(13 Gennaio 2023)
Nuovo disegno per riqualificare la storica stazione ferroviaria
Inviato da Rfi, in Comune, il "rendering" per riqualificare lo scalo
 ALBA - Nuove prospettive per la stazione ferroviaria di Alba (costruita nel lontano 1863), che potrebbe cambiare volto in tempi brevi, attraverso un ulteriore intervento di riqualificazione. La possibilità di abbellire ed ammodernare lo scalo ferroviario è emersa con molta concretezza dopo l'invio in Comune, da parte di Rfi, del "rendering" in cui si visualizza il mutamento da effettuare, ad iniziare dall'aspetto estetico delle mura esterne, senza intaccare gli elementi storici del fabbricato riservato ai viaggiatori. Previsti anche lavori per adeguare le sale interne, cosi da renderlo accogliente e al passo dei tempi. La richiesta di opere, al fine di riqualificare la trasandata stazione ferroviaria, era già stata avanzata dall'amministrazione comunale, diretta dal sindaco Antonietta Casciotti, fin dal suo insediamento a Palazzo di città. In questi anni, sono proseguiti i contatti e i sopralluoghi ma adesso, con la trasmissione della nuova rappresentazione, il cambiamento appare evidente e sempre più vicino. “E’ una bella notizia, -ha detto l'assessore all’Urbanistica Nicolino Colonnelli- perché quello che era un obiettivo, riqualificare l’intera zona, inizia a prendere forma grazie anche all’intervento sulla stazione. A breve sarà demolito il vecchio palazzo Crescenzi (antistante lo sposo ferroviario ndr), con la creazione di nuovi arredi urbani e spazi pubblici". Quest'ultima soluzione, che apre anche il percorso di recupero del vecchio comparto urbano che ruota intorno allo scalo albense, si lega all'intervento di Rfi" -Contiamo presto -ha concluso Colonnelli- di poter riqualificare altri spazi urbani, inseriti nelle diverse zone oggetto di piani di recupero". L'amministrazione municipale, intanto, ha manifestato anche l'intenzione, nonché la volontà, di poter avere a completa disposizione, ora in comodato d'uso, il grande spazio di risulta situato nella zona Sud della stazione ferroviaria, allo scopo di organizzare un centro per il trasporto pubblico su gomma. In tale contesto, si inserisce l'azione del comitato "La Stazione" che si batte per dare maggior lustro al problematico e storico quartiere di Alba, indicando la realizzazione di un parco pubblico nell'area dell'edificio da abbattere.

(13 Gennaio 2023)
I Campionati italiani di Triathlon sulla riviera albense
Si svolgeranno i prossimi 24 e 25 luglio
 ALBA - La cittadina abruzzese sarà sede dei Campionati italiani 2023 di Triathlon Olimpico assoluti, previsti per i prossimi 24 e 25 giugno. La comunicazione ufficiale della Federazione italiana Triathlon (FITRI), è pervenuta qualche giorno fa, a Palazzo di città, con molta soddisfazione dell'intero comparto turistico della Val Vibrata e dell'assessore al Turismo, Paolo Cichetti, considerato che arriveranno oltre 1.000 persone, tra atleti  ed accompagnatori. "E' arrivata -ha detto- la bella notizia che si attendeva. La nostra città avrà il privilegio di poter ospitare la più importante gara di Triathlon di livello nazionale, che darà punteggi validi per le prossime Olimpiadi di Parigi". Un riconoscimento ottenuto, dopo le 7 tappe precedenti, per gli ottimi risultati organizzativi e in fatto di ospitalità, qualità che hanno registrato il consenso  generale, espresso anche dagli stessi atleti partecipanti. Si attendono i maggiori rappresentati nazionali di questo sport multidisciplinare basato sulla resistenza (nuoto, ciclismo e corsa), nonché i migliori staff tecnici, provenienti da tutto lo Stivale. "Siamo orgogliosi e pronti -ha aggiunto l'assessore al Turismo albense- per accogliere i triatleti italiani, per vivere insieme una grande festa, per far conoscere la nostra località turistica e il nostro territorio circostante". Un binomio di successo, quello tra sport e turismo, che da diversi anni sta movimentando sempre più la località balneare nel periodo di bassa stagione, in mesi quali maggio, giugno e settembre. "Bisogna puntare e credere -ha rimarcato Cichetti- nei grandi eventi sportivi che portano consistenti flussi di persone e che generano un positivo indotto economico sul territorio, compresa l'immagine turistica". Ora si passerà subito alla fase per realizzare l'impegnativo appuntamento nazionale che avrà anche risonanza mediatica. "Tra pochi giorni, -ha annunciato l'esponente della Giunta municipale- si svolgeranno i primi incontri tra gli organizzatori e l'amministrazione comunale, per definire nei minimi particolari l'allestimento dell'evento sportivo. Il nostro obiettivo -ha concluso- sarà quello di regalare, a cittadini, turisti ed atleti, un fine settimana indimenticabile in terra d'Abruzzo". Il Comune, come partner organizzativo, ha incaricato l'associazione "Aps Flipper Triathlon".

Ciao Cittą - Direttore responsabile D'Eugenio Bernardo Francesco - ciaocitta@alice.it C.Fisc.:DGNBNR57R17A125C